aprile, di 25


 

 

un mirabile castello di foglie
e sentieri di formiche intrepide
attraversò il volto
esanime di Pinin

nell’ultimo versante
del monte attraversato,

ora che le acciughe
e il sale nelle ceste
dei muli
sarebbero tornate indietro

senza nessuno che ci ridesse
indietro la gioventù

era cominciata la resistenza,
ma noi sapevamo solo
che stava per finire anche
tutta la farina di castagne

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...