due persone lunari-racconto- lino di gianni


Io ero arrivato prima delle due, stavo preparando le fotocopie.
Sento una voce timida, di gola, di là della porta.
“Avanti”, cerco di gridare sapendo che magari la voce non arriva.

Vedo spuntare una ragazza, o forse donna, cicciottella, un po’ bassa,
con i capelli a caschetto di banana sulla fronte.
Mi guarda dolce e sorride un po’.
Fa piccoli passetti, per avanzare, guardandola in faccia realizzo che ha i tratti down.
Attaccata alla sua mano, mentre avanza, compare un buffo uomo, un po’ grasso,
con un pull-over rosso troppo stretto e i pantaloni di jeans sbottonati e troppo corti,
come se ci fosse cresciuto dentro.
Si siedono, mi sorridono, e fanno silenzio.
Mi siedo, gli sorrido, e faccio silenzio.

Lei, la più audace, mi porge un foglio, e dice: per imparare.
Un sorrisetto annebbiato, si sposta i capelli e dice:
per imparare a leggere, come si fa?
Lui non mi guarda, prende un foglio e mi fa un disegno bellissimo, pieno di particolari.
Lei lo guarda come se in quel momento la Luna avesse lasciato il posto al sole.
E gli dice, decisa:” Metti il nome”
L’uomo del pull-over rosso inizia a sudare, deve fare un segno, il segno del suo nome.
Prima ha disegnato cose bellissime senza indugi, adesso deve scalare
il non senso di segni che pronuncino il suo nome.

Ero incantato da questa coppia, che un giorno mi portò a vedere dove vivevano,
in camere separate, in una comunità alloggio.

Un giorno che ricordo ancora con rabbia lei arrivò molto triste,
molto ferma, senza sorriso, attraversata da un’assenza.

La sua accompagnatrice mi disse che avevano tentato di violentarla,
di giorno, in un sottopassaggio.
A tentarlo era stato un giovane sbandato del Marocco,
abituato a vivere di niente e ai margini di tutto.
Anche della civiltà.

 

17 Novembre 2012 Lino Di Gianni

 

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...