coltivo la rosa, blanca-poesia-lino di gianni


foto di lino di gianni

 

 

Coltivo la rosa, blanca
invisibile da quella certa finestra
che si apre a ore diverse
arriva
con le maree d’agosto
porta speranze gemiti e occhi che
cercano la nave di terra
quella che li salverà dal deserto

coltivo la rosa, roja
si vede solo con gli occhi alle memorie
l’acqua ha le radici segrete di
minatori, contadini, solfatari
e vivono oggi nelle bidonville
hanno facce nere o sguardi da cinesi
solo l’abbruttimento è regalo
solo con la lotta è potere di popolo

coltivo la rosa, bruna
piena di spine e di sputi
di chi vuole contaminare con acidi
di chi vuole lottare coi fucili
di chi vuole abbattere la porta
per impadronirsi del trono

solo la cura, segreta, solare
rifratta, trasmessa ai bambini
che non è lavoro se uccide
che non è lotta se violenta
conserverà intatte le nuvole
e il segreto di vederne
le forme
quando passano

(incautamente parole
odorose di timo, lavanda e
zenzero grattugiato)
1/10/2012 lino di gianni

 

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a coltivo la rosa, blanca-poesia-lino di gianni

  1. Ángeles ha detto:

    Lo zenzero è proprio un incauto profumo! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...