Cabrette-poesia-lino di gianni


bello,d’un bello
che non pare
amare, mare
arance e poi
quel certo intorpidimento
dello star bene
i sensi non han bisogno
d’esser astuti
la mela non ti cade sulla testa

e cataloghi
di tutto, dai libri
alle borse della spesa
dal berretto grigio sperso
e ritrovato
all’ultimo medicinale
aperto e mai usato

ai pochi amori interrotti
o rotti
ai maori che son tra noi
e sono in cassa integrazione
alla cabrette che suona
senza che appaia
fermarti legandoti
a una nuvola
è quasi impossibile
non resta che il vento
lento
che ti sospinga il fianco
in una danza
occitana

23 -9-2012        lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Cabrette-poesia-lino di gianni

  1. Ángeles ha detto:

    Quanta vitalità!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...