sogni-poesia-lino di gianni


sempre una spiaggia
due pareti come
fosse una televisione
dell’acqua
lieve e ritornante
quasi una risacca
indolente e caparbia

un cielo stellato
nuotatore stremato
sul filo della corrente
delle orme un po’ cancellate
ma poi strano una vigna
sulla sabbia dei filari con l’uva
e più in là quasi un bosco
di verzura con le raganelle
e il caldo torrido tirato
come tovaglia apparecchiata

io che stento a capire se
l’aria è quella di montagna
se notte o mezzogiorno
intuisco solo il sogno
il sonno e la memoria
che si rotola in un film
per il suo piacere
io attendo
di rientrare
come fosse la giacca
rimango ad aspettare

a volte i ricordi
ci attendono disinvolti
come cercassero libertà
16-9-2012 lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

8 risposte a sogni-poesia-lino di gianni

  1. massimobotturi ha detto:

    straordinario, sempre

  2. linodigianni ha detto:

    secondo me, questa poesia è abbastanza bruttina..per come è venuta fuori
    mi piacerebbe che qualcuno la pensasse come me, e lo dicesse

  3. massimobotturi ha detto:

    due pareti come fosse una televisione, per me è geniale, altro che bruttina

    🙂

    • linodigianni ha detto:

      per me è bruttina, quell’immagine
      ma penso che capiti anche a te di trovare belle cose che non impressionano gli altri, e di vedere , con stupore, che a qualcuno piacciono versi che consideravi mal riusciti

      • massimobotturi ha detto:

        assolutamente si Lino, a volte mi stupisco anch’io del successo di alcuni testi che giudico minori, o del mancato apprezzamento ad altri a cui sono particolarmente legato; è il lettore sovrano il destinatario, no? un abbraccio

  4. linodigianni ha detto:

    la poesia di strada, come questa qui,risponde a un bisogno di
    materializzare sensazioni, evocare immagini per dar loro corpo e vita
    A volte si trascinano scorie, qualche volta, raramente-luccichii

  5. Ángeles ha detto:

    la vigna sulla sabbia, un bosco di verzura con le raganelle e il caldo torrido porranno fine allo stremare del nuotatore, offrendogli la freschezza dovuta.
    Bravo!

  6. linodigianni ha detto:

    hai ragione massimo, scriviamo per essere letti
    grazie Angeles, delle tue promesse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...