Come una bomboniera – poesia – lino di gianni


Come una bomboniera
gigante (amorevoli confetti noi)
con l’acqua sotto della
gondola di Venezia

la luce del frigo con
le cibarie immobili (le insalate blu)
e il percorso a memoria
fino al bagno

la notte che finisce
da tirar su con le
serrande (isole nella corrente)

le auto che triturano
le lumache
e i quasi fiori (quasi vita, quasi profumo)
che ostentano
fierezza e portamento nella brezza
mattutina (tendono alla Santità)

l’ingresso nel lavoro
che sembra rimasto in attesa
uguale dall’altro giorno

Scalfire tutto ciò con un
punteruolo di parole
mi fa sentire
come chi incise gli animali
nel buio di una caverna
con una torcia (solo un bagliore)
per il futuro (che è adesso)
peccato tutto questo
tempo
già passato
senza grande
progredire

ancora alla clava di guerra!
ancora al respingimento di popoli!

il mattino già si approssima
da mille segni
carestie da combattere con
le scorte di nascosti granai
di gentilezze

 

10 Settembre 2012 lino di gianni

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie, scrittura e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Come una bomboniera – poesia – lino di gianni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...