disciolti i sali-poesia-lino di gianni


disciolti i sali

stupefatti gli astanti
diradati gli invitati
avviluppò le gambe
ai piedi del tavolo

scavò una fossa
allargò l’orifizio
poi
con studiata perizia
avvolse in fine tessuto
di lino
tutti i suoi documenti
di identità

e lì seppellì
ricoprendo con poca terra
e uno spruzzo d’acqua
e tre pietre maculate
rivolte verso Est-Nord Est

finito di officiare
il rito
si guardò intorno
e scoprì di stare sognando
mentre viaggiava
da clandestino
su un cargo diretto
in Norvegia
18 agosto 2012 Lino Di Gianni

N.B.
la presente poesia rappresenta
una scrittura privata
e non impregna nè il lettore
nè lo scrivante in alcunchè obbligo
di appprezzamiento
(e no, non sono errori)
(mi piacciono le neolingue se non sono notarili)

 

 

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a disciolti i sali-poesia-lino di gianni

  1. linodigianni ha detto:

    pittura di Egon Schiele

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...