Che lavoro fai? Insegno, insegno il fiato per bolle di sapone( Lino Di Gianni)


foto fatta da Angeles Aguado Lopez, luglio 2012

Con la lentezza di una piuma
che scivola
lasciando intuire
l’arco del volo

lei tolse la mano
con cui stringeva
il volto di lui
e lo incatenava
in un angolo di
quarantacinque gradi

Il sorriso e gli occhi
lanciavano pesci
ai gabbiani
mentre con la matita
rifiniva le labbra
nel residuo di sole
rimasto
tra l’orizzonte del posto
e la prima di
innumerevoli tapas
promesse

Lui si asciugò
la fronte
poi piegò il collo
come se dovesse richiedere
conferme
alla bocca di lei:

I soldi in tasca erano pochi
i giorni a venire duri
ma vedere la collina
e la vigna
sommersi di verdemare
prometteva un’uva di lotta
Luna anche di giorno
e quel certo
salamino piccante
coi friggitielli verdi.

L’alto e il basso
l’alto e il basso della cultura,
così si fa, disse per l’ennesima
volta L’Olandese Volante,
dal bordo della sua Nave Pirata.
30 luglio 2012 lino di gianni

 

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesia, poesie, poesie lino di gianni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...