vuoti a perdere


foto lino di gianni

come un girone infernale
pieno di vecchi e bambini
(io pure vecchio)
che si muovono, parlano
mangiano
come onde spossanti
abbattute sulla mia mente sabbiosa

guardo negli occhi per vedere
se umani
e rispondono cosa mangeranno
domani
un gigantesco crudele filtro
ha confinato qui
queste carni all’essico
con la bretella un po’ floscia
la mutanda impigliata
la gamba che tarda nel profumo
di olio da friggersi al sole

brandisco un oggetto
che è come il crocefisso
in casa di spretati
lo apro e ne leggo
senza emettere suoni
nelle orecchie una musica araba
costruisce le mura del pianto
personali, a misura mia bassa

qualche altro, che si perde nei libri
sogna d’essere altrove
io cerco di capire con dolore
questa gigantesca prigione
che si ammanta di sole, di viali
e di acqua
e non è che uno specchio
rifratto e residuo
di quegli altri laggiù
che nuotano a cemento
respirano gas
e la sera, la notte
vorrebbero sperdersi
da soli
nei mari del sud

5 luglio 2012 lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...