Donna Meraviglia


 

Dicevano che
vivesse senza passione,
con una distanza
minima
tra l’anima
e la sua sobrietà

Che ogni figlio
fosse frutto di
un duplice movimento
e dicesse
(vedi non) è questa
la mia tensione
(vedi non) sono
come questa
semplice emozione

Quasi un tango antico
ripreso con la bocca
un Paso Doble
appartato
tra lei e te
e tutto ciò che
era stato suonato

Con ricordi e senza
ricordi
traduciamo
le parole come atti
di gran valore
un altalena di quel giorno
lungo
che ci giocammo a otto anni
e che ancora
sta per  finire

L’odore della legna
bruciata
e della neve che cade
nella boccia
di vetro
che rovesciammo

nostra testa
nostri occhi
e fiato
(tenuto da parte)
nel barattolo
da aprire
ancora
15/06/2012 Lino Di Gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in non poesia, non poesie, poesia, poesie, poesie lino di gianni, poesie mie e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...