l’isola -lino di gianni


Hai preso la borsa?
Si, c’è
Le chiavi? La marmellata di prugne?
Mi pare di si. Aspetta, controllo.
Portiamo solo cinque libri a testa, eh,
che poi lo zaino è troppo pesante.
Scarponi, calzettoni li mettiamo addosso
Ma dici che sul traghetto non andranno bene?
Beh, se uno vuole andare al mare vestito
da alpinista, che male c’è?
No, va bene, dicevo per il sole
Tu sai nuotare?
Io no, e tu?
Ma non andiamo per scalare?
Tu sai scalare?
Io no, e tu?
Ah, che ridere,ma abbiamo deciso
proprio di scalare una montagna
su un’isola in mezzo al mare?
Già, se no, che gusto c’era?
Gusto rosmarino, gusto al ginepro
al ginseng?
Dai, non cominciare con i deliri

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a l’isola -lino di gianni

  1. simonebocchetta ha detto:

    dà la sensazione di un Beckett ‘postmoderno’, soprattutto verso la fine…

  2. linodigianni ha detto:

    il paragone è immeritato, data la grandezza di lui, e la piccolezza di me
    diciamo un piccolo divertimento al maniera di..
    grazie del commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...