Viola ginestra


Io solitario in questa
Rimota parte alla campagna uscendo,
Ogni diletto e gioco
Indugio in altro tempo: e intanto il guardo
Steso nell’aria aprica
Mi fere il Sol che tra lontani monti,
Dopo il giorno sereno,
Cadendo si dilegua, e par che dica
Che la beata gioventù vien meno.

(G.Leopardi. Il passero solitario)

 

 

Sbatte, viola ginestrata

attaccata al sasso affacciato
sul dirupo

senza memoria che non sia
il presente di caldo, freddo,
o pioggia

assorbe gli sguardi
non restituisce pensieri
assiste indenne al passaggio
del millepiedi
sfugge agli agguati del
calabrone

si indispone, la ginestra violata
del versamento
di questi inchiostri
cinerini
di queste
grafiti
azzurre

quasi bocca
socchiusa
dagli incerti
appetiti

sminuzzate, intrise
le foglie resistenti
indulgono a frenare
l’onda urto del
del Tempo,
sia piede
o terremoto

Scintille invisibili
del fuoco a giorno

1-6-2012    lino di gianni

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Viola ginestra

  1. Ángeles ha detto:

    Le foglie intrinse, dentro un’orchestra di scintille -pur invisibili- hanno l’efficacia discreta del contrabbaso.
    Intensa. Bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...