Sicché tempesta o altro cattivo tempo-poesia- Lino Di Gianni


Quasi, come se
Non si vedesse bene
Non si mettesse a fuoco

Un passo dietro l’altro:
il campanello, la porta
Il braccio che si alza
a suonare

Quasi, come se
Non ti vedesse da tanto
Non ti riconoscesse più

E’ una pena, aspettare
Ancor più grande è
annichilire
Ma passerà, oh certo,
passerà

Già vedo le canne
dell’orto che non ho
promettermi pomidori
e zucche e erba
asparagina, che se non
c’è, la invento io

26 Maggio 2012  Lino Di Gianni

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...