Il testamento di Tito-poesia-lino di gianni


 

Una, una sola parola
che dica tutto
Con passo tranquillo
con serenità di sguardo

Butagè

Ti scaldano, bruciando
legna che scegli
con cuore antico

Ti sfamano, con un
fascino di sapore da forno
Segnano il cuore caldo
della casa, da alimentare

Con dovizia di particolari
Con moltitudine di
attenzione
Ogni tanto ti rivolge
uno sguardo pacato
come lama tibetano
impegnato a guadare
torrente di montagna

e mattino, giorno
notte rimane lì
Con la sua cenere dei giorni
e qualche fiore
In attesa

Nella mia casa ho disegnato
lo spazio per un butagè
L’ho fatto quando ero piccolo
E non arrivavo a spostare
I cerchi di metallo
Per aprirne la bocca
Al vapore del contenitore
Per scaldare l’acqua
Al mistero del sotto
Da cui si toglieva cenere

Invece di una proposta di matrimonio
Scegliere di sciogliere
I giorni tra legna, caldo
E pietanze che attendono
Il ritorno
In testa un basco
Negli occhi ciliegie

24 maggio 2012 Lino Di Gianni

 

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesia, poesie, poesie lino di gianni, scrittura e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Il testamento di Tito-poesia-lino di gianni

  1. Ángeles ha detto:

    Evviva i butagé!

  2. intarsiodiversi ha detto:

    impossibile dimenticare gli odori della sopravvivenza. bella.

  3. linodigianni ha detto:

    è vero. è cosi.Grazie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...