Omad, il canto del griot


Il cielo era molto nuvoloso, le automobili passavano a greggi, senza un pastore che le disciplinasse,e anche qualche rara bicicletta non sapeva bene come affrontare la strada, se fidarsi o no.
All’ angolo del supermercato Omad, cappello in testa e occhi mobili nel nero faccione sorridente, valutava all’istante a chi poter chiedere soldi.
Una donna gli sorrise gentile, e Omad si fece avanti speranzoso: quando riaprì la mano si sentì ancora una volta ingannato.
Un bottone, forse non ci vedeva bene, pensò Omad.
O forse mi ha preso in giro. Ok, certi diavoli bianchi si divertono così, come se noi fossimo stupidi.
Si calò ancora di più il cappello sugli occhi, guardò a destra se veniva qualcuno e poi attraversò l’unico corso del piccolo paese, diretto verso la stazione.

E’ strana questa città, disse.
La gente non ti vede, non ti stringe la mano, non chiede di tua moglie. Se portassi una capra a mangiare l’erba qua davanti, i bambini le farebbero le carezze. Almeno lei la vedrebbero.

Era sera tardi quando si decise a pronunciare le parole che gli aveva insegnato suo nonno.
Parole segrete, tramandate di padre in figlio, che davano la visione della iena che attraversa la foresta, di notte, durante i sogni
“ Chi vede la iena, governa il mondo. Perché sa cosa c’è ad aspettarlo dietro l’angolo” diceva suo nonno, e fumava la pipa piena di forti tabacchi aromatici”.

La città accendeva le luci, le automobili riempivano le strade, i passanti affrettavano il passo. Nell’angolo in cui stava Omad ora c’era un tappeto logoro e un mazzo di fiori, e un piccolo cartello ripiegato, incomprensibile ai più.
Diceva, il cartello: la iena è passata di qui.

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Omad, il canto del griot

  1. Ángeles ha detto:

    Bellissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...