Labirintite-poesia-Lino Di Gianni


In un appendiabiti usato
tre fiori un sogno
un grido appena appena
urlato
e la signora del piano di
sotto che macina il caffè
a mezzanotte

In un portavasi semivuoto
tre abiti un fiore
un sogno in cui sorridevo
un po’
e mi chiedevo dove fosse
quel buon odore
di caffè

In uno specchio senza riflessi
due uomini che portano
su un piano
la musica mi sveglia
io ti prendo la mano
tu abiti lontano
bevo il caffè
ma rido

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...