Circo Otamo.Racconti. 31. Gnulot


Uno degli abitanti dell’ Otello della Giubentù era un giovane di belle speranze, specializzato nell’arte di non lavorare e di pronunciare ogni tre parole il suo inno di guerra” Jalla!jalla”.
Per sfotterlo i suoi amici, poiché faceva il miglior spezzatino con polenta del Rifugio Vittorio Emanuele, lo chiamavano “Gnulòt”, anche se non era nato a Passerano Marmorito, bensì a

Casablanca.

Gnulòt, quel giorno incontrando una signora dal passo elastico e deciso, guardò prima in alto, poi gli occhi della donna come a dire: “ Ha visto?”
La donna sorrise incerta senza smettere di camminare come fosse esercito e non persona, come fosse rumba e non cammino, e disse
“ Che cosa?”
“ Ha mica visto dov’è il Rocciamelone?”
“ Anche tu? Anch’io sono anni che lo cerco!”
“ Be, si sbrighi, perché vicino sta andando tutto a fuoco”
La scena non era sfuggita a Gigogin, la giornalaia, che abitava in una delle piu belle piazze del paese di Charme.
Ogni mattina beveva a lungo il suo te irlandese e apriva ogni giorno cinque minuti in ritardo, per dire, che fretta c’è?

Annunci

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in circo otamo, lino di gianni, Racconti. Contrassegna il permalink.

3 risposte a Circo Otamo.Racconti. 31. Gnulot

  1. Ángeles ha detto:

    Ah, che bello, finalmente il tempo non ha fretta!

  2. linodigianni ha detto:

    già, è raro..come tutte le persone che riescono a non avere fretta

  3. lucycyblog ha detto:

    La voglio conoscere Gigogin;-) ha i miei tempi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...