Che cosa fai di lavoro? Aspetto


Che cosa fai di lavoro? Aspetto
e creo tessiture.
Lana? No.
Intreccio parole, relazioni,
a volte semplici immagini.
E qualche ricordo.

Ma di più,
è ciò che dimentico.
Di ogni piccolo fatto
trattengo la polpa viva,
la sensazione che mi attraversa.

Capita, cosi, a distanza di anni
di ricordare i cancelli della fabbrica
gli occhi di lei che si alzavano
come le nuvole verso la montagna
e una bambina, non so più chi,
che mi regalava il suo
disegno colorato

Mi piace, adesso, questa
sensazione nuova
di passare strisciando
la corteccia degli alberi
e impregnarmi
di quel loro senso
tranquillo, necessario
definitivo.

In modo silente.

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...