Rocco Chinotto-1.0 Gli aquiloni giapponesi-Racconto.Lino Di Gianni


Rocco Chinotto
(la mappa non è il territorio]
Lino Di Gianni

1.0 Gli aquiloni giapponesi

La vita è ben complicata, le persone difficili.
Questo cominciava a scoprire il giovane Rocco Chinotto, nome d’arte del diciottenne originario del Senegal, Omadiu Ben M’Baye.
“Omadiu, diceva sempre il suo professore di aquiloni giapponesi, perché ti fai chiamare con un nome italiano, perché non mantieni quello vero, tuo? ”
La Notte si stava avvicinando, l’aria era un po’ più fredda del pomeriggio e, al suo computer portatile, Rocco Chinotto stava battendo sui tasti del suo nuovo
portatile ultrasottile, stile Ipad. Veramente ultrasottile, perché in realtà era una tastiera disegnata magnificamente dal ragazzo, su un pezzo di compensato.
Il ragazzo era portato per i computer, ma non aveva soldi, cosi si aiutava con i disegni. E anche gli aquiloni, aveva imparato a costruirli con materiali poveri, e a venderli ai turisti.
Professore, tu conosci gli aquiloni, sai che volano alto solo se c’è vento forte e corda tesa al momento giusto. Ecco, io mi chiamo Rocco Chinotto, che è facile da ricordare.
“Stai quasi diventando un monaco Zen, disse il professore”.
“Na, rispose Omadiu, ” al massimo divento buddista e un po’ suonato come Ran-pon -chen che ride sempre”.
Il professore Michele Ferrante si divertiva, a vedere questo ragazzo nero e indolente, che nascondeva a tutti una mente pronta e scattante.
Prima regola del Bushido, il Manuale del Samurai, era ricordare che la mappa, la mappa non corrisponde mai al territorio.
Solo gli stolti lo credono.
E Rocco Chinotto, era così astuto da fargli credere che gli piacessero solo i cartoni, e non altro.

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, Racconti, Rocco Chinotto e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Rocco Chinotto-1.0 Gli aquiloni giapponesi-Racconto.Lino Di Gianni

  1. 00chicca00 ha detto:

    grande Rocco Chinotto!
    chicca

  2. angelesaguadolopez ha detto:

    Bella!

  3. intarsiodiversi ha detto:

    sempre molto delicati i tuoi racconti.

  4. ioletroccoli ha detto:

    … la mappa non corrisponde mai al territorio…

    già. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...