La porta- Agosto 2008 | Poesie Lino Di Gianni


Sul limitare del bosco, su
dove finisce con alberi sparsi e
comincia una riga d’acqua
che diventa sasso.

E più in là ,
dopo il raccolto di spighe
dopo il ponte in disuso
la macchina rotta di Pinin
ecco,
il passo si affretta
le colline stringono a scialle
alle rocce rese
brusche dai troppi accidenti,
ecco,
si scioglie in chiarezza di sguardo
un tocco alla volta
cipria alga mascara
il mare segreto
delle nostre
infanzie.

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie, poesie lino di gianni e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La porta- Agosto 2008 | Poesie Lino Di Gianni

  1. Angelitos ha detto:

    Mi piacciono assai le colline che “stringono a scialle”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...