Experimentos- poesia- lino di gianni


Cucire nel sottopancia di un mulo
una manciata di mele secche profumate
dieci castagne cotte
e dei chiodi di garofano
e segnare la strada del bosco
con l’effluvio di una drogheria
d’altri tempi
di quando i negozi erano piccole
giungle e le liquirizie
liane da appendersi
per arrivare al piccolo occhio dolce
colorato come fosse
quello di una divinità
indiana

Intingere di polvere di lucciole
il grandioso elefante del circo russo
sgangherato residuo della guerra fredda
rimasto a trainar roulotte e trapezista.

Una stella cadente, un appiglio mancato
un tappeto ingobbito che si alza indolente

E nello splendore del buio
l’elefante volò e volò.

 

 

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in lino di gianni, poesie, poesie lino di gianni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...