La noia del mondo.19.Leggiamo insieme.Racconto di Lino Di Gianni


Emiliano, qualche volta si arrabbia di brutto.
Questa volta ce l’ha con un suo collega bidello.
A quanto sembra, è riuscito a far incavolare persino un maestro di solito tranquillo e calmo.
Questo bidello doveva mettere la macchina in cortile, alla sera, e accendere i fari, perché l’uscita da scuola degli stranieri di sera avviene in una strada buia, con buche pericolose e nascoste.
Invece il bidello si rifiuta, dicendo: Eh, mica posso mettere sempre la macchina in cortile!
Poi, quel disgraziato maestro recentemente operato, si è visto chiudere i bagni perché il bidello suddetto li doveva lavare.
Emiliano sentendo che era stato avvertito di non farlo, si è arrabbiato con gli stupidi della sua categoria.
Anche perché il bidello in questione sta sei ore senza fare niente, e non sa come far passare il tempo, visto che non legge, non usa il computer.
Comunque, Emiliano ogni tanto si stupisce.
Questi corsi di italiano, lo vede bene, sono abbastanza un casino.
Hanno voglia i maestri a fare classi di livello: questi arrivano e possono magari solo a quell’ora.
Per dire: l’altro giorno Emiliano ha dato una mano, impietosito dalla presenza in classe di donne del Marocco con bambini di 2, tre anni. Di persone dell’Albania che reclamavano attenzione. Di un ragazzo di venti anni, mai andato a scuola, che doveva imparare le lettere dell’alfabeto.
E magari, invece, qualche giorno ad un gruppo di livello non si presenta nessuno.
Insomma, Emiliano è ben contento di fare solo il bidello.
Anche se è contento di essere stato invitato ad un gruppo particolare: al giovedì, si legge insieme un libro, italiani e stranieri. Per ora si è iniziato leggendo il Piccolo Principe.
Ciascuno ha una versione bilingue: italiano/Russo, Italiano/Rumeno
Italiano/Spagnolo Italiano/Francese Italiano/Inglese e dovrebbe pure esserci una copia Italiano/Piemontese.
Poi si sceglierà e si comprerà un libro tascabile da leggere insieme e commentare ogni giovedì.
A Emiliano piace questo gruppo, dove può sentirsi persona tra le persone, e non solo sentirsi chiedere dove sono i gabinetti.

 

Continua     17/11/2011

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in La noia del mondo, lino di gianni, Racconti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La noia del mondo.19.Leggiamo insieme.Racconto di Lino Di Gianni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...