Scrutavo le stelle


 

 

scrutavo le stelle, cercavo pianeti, pensavo a comete che

potessero apparire

se pronto, io, a cercarne la coda.

Tenevo il mio battello pronto

alla fonda, agitato dai movimenti nella

bottiglia, invisibile agli altri.

Su tutto vegliava un pianeta, che fosse

non mi chiedevo

Altro da noi, e questo poco, bastava.

Inquieto ascoltavo il verso del gufo

dialogare con la civetta, il barbagianni

muezzin calato dai minereti

mi chiamava al contagio,

neppure mi sottraevo con affanno,

solo un volgere il capo.

E’ stato solo quando , sul segno preciso

sul segno dei dodici

variati e mutanti

lo sguardo veggente mi ha trapassato

solo allora, con sguardo a cadere

ho sentito pronunciare richieste decise.

Ho interrotto il destino.

via.

Sabato, 18 Dicembre 2004

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie lino di gianni e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Scrutavo le stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...