Gli aironi


Gli aironi
Sotto un portico di casermone popolare
due vecchi camminano, tenendo a braccetto
l’abitudine e le strade

Lei ha un’impermeabile grosso a sembrare cappotto
lui una giacca bastante, e per il freddo calzerotti di lana
di lei, ultima moda, olè.

Ricco menù, la sera, gallette nel latte
o formaggio e fette di pane.

“Oggi abbiamo mangiato proprio come si usava alla vigilia,
pasta e broccoli con le acciughe”

Quando ha aperto la finestra, per cambiare l’aria
ho visto uscire le masserie del sud, la loro gioventù
come se stessero su una gamba, quella non malata,
aironi in attesa di svernare, nei ricordi.

 

 

Martedì, 07 Dicembre 2004

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesie, poesie lino di gianni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...