Immaginando Bolero


Con le mani strette
per l’orizzonte inclinato
si era fatto il segno della croce
non c’era nessuno suonando

Con gli occhi rivolti indietro
per le paure residue
sapeva dove spostare l’ombra
adesso resta il segno
fin dove l’acqua è salita.

Ci siamo guardati fitti
per antiche sere
ci siamo bevuti zitti
senza trovare niente
senza lasciare sedie vuote
senza borse da trafugare

con le mani strette
con gli occhi rivolti indietro
spsostando l’ombra nel segno preciso

dove l’acqua adesso è sparita.

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesia, poesie mie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Immaginando Bolero

  1. jmarx ha detto:

    c’è stile.

    ritorno!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...