Un albero storto


Un albero storto, dai rami calcificati
un barattolo incrinato
pieno di ammacchi.
Acqua, scorre,
il bicchiere è colmo
non trattiene
lo sgomento.

E mentre lo spazio della piazza
si apre sempre più
e la gente scompare
e ascende la nebbia
un uccello
un singolo canto
mi trascina con la testa
e con gli occhi
attaccato a una foglia
per imprimermi
nei particolari, nei colori, nelle ombre,
nelle pause, nelle domande
tutti
i problemi della vita delle formiche
loro
con un sole e una luna
troppo grandi
per pensarsi uomini.

Marzo 2008


www.linodigianni.it

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesia, poesie mie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...