Archivi del giorno: 2 marzo 2008

Itaca, nunca màs

Che bruci la gola, lasciando polvere di vetro. Che chiuda lo sguardo ma resti intatta la visione. Costringendo i particolari a diventare storia narrata, dei mancamenti degli entusiasmi. Acqua riflessa in parte.   Che si disveli, finalmente, l’imbroglio di Itaca … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie | 1 commento

Sull’ asse dell’orizzonte il fucile prende la mira forse un uccello forse un’abitudine mi metto la mano al fianco il pensiero di un dolore che verrà. Sotto il ramo di un albero nel bicchiere di limonata che hai in mano … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie | 2 commenti