Archivi del giorno: 19 gennaio 2008

  Canzone dell’arte pagana. E mi piace dirti che là di quanti ebbero  stentato coraggio nessuno ci fu, ridevano prima poi sale e tremore che portò via la testa mozzata del gallo vincente spaccatogli il cuore con uno sperone il … Continua a leggere

Pubblicato in memorie dellacqua, poesia, poesie mie | 1 commento

Terza versione

Parlando parole opache nell’angolo della bocca una puttana di giorno bianca che compra l’insalata di notte nera che ti toglie l’anima da acciuga. Mi chiedi di scrivere mentre sento il mercato. è fresca stamattina la poesia, appena colta? se me … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie | Lascia un commento

2° versione

Nelle lingue diverse, aspettando ad un angolo una puttana guarda il colore della pelle col bianco del giorno la violenza , comprare l’insalata , deliscare l’acciuga salata. Guarda la tua faccia nello specchio del pregiudizio. Io adoro queste tue scritture. … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, poestica, scherzi in mi minore, scrittura | 1 commento

les choses sont claires

Nelle lingue diverse, aspettando ad un angolo una puttana la violenza del comprare l’insalata deliscare l’acciuga salata, io adoro queste tue scritture. Mi dica quanto fa, poi passo a pagare. La vuoi cioccolatino perugina, tutta bella incartata ? che ti … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, vento burla | Lascia un commento