Archivi del mese: dicembre 2007

In morte dolente .

In morte dolente . Mai avrei pensato di finire fritto come un pesce che la schiuma non ci fosse che l’acqua non bagnasse chi poteva urlare se non i draghi più forti dei cannoni Krupp ( chi erano i Thyssen … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, tempeste | Lascia un commento

Il pane, le rose e l’astrolabio

E ci sono delle stelle di troppo, che avanzano in questo cielo privato. Se parlano di cose che non conosci, guardali negli occhi. Sfuggono come conigli o son fari che scrutano i mari delle opportunità. Non hanno mai lavato, cucinato … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, poeti ingenui, scrittura, vento febbre | 5 commenti

ChebellochevieneNatale

Illuminazione… uhm, si mettiamo un bel po’ di luci, no ? Qualcosa che crei il clima, hai presente, un alibi per comprare se no, con i tempi di magra, le tasse e la benzina, il pane e il salame.. Be’ … Continua a leggere

Pubblicato in non poesie, poesia, poesie mie, poestica, poeti ingenui, scherzi in mi minore, scrittura, vento burla | 3 commenti

Madre

Madre Come una galleria veloce (con la zampata del freddo) un treno mi entra in bocca (finestrini tra luce e scuro) Se ti guardo che non vedi, sei una vecchia se sorrido con discrezione, farfalla garrula t’improvvisi. Quanto zibibbo scorre sottotraccia … Continua a leggere

Pubblicato in memorie dellacqua, poesia, poesie mie, poeti ingenui | Lascia un commento

Preludio

Vidi il suo occhio di pesce attraverso la bottiglia. L’ombra dei baffi tagliati copriva tutta la minuta nave ormai inserita nel fondo. Quello, per le navi in bottiglia era il momento più periglioso: quando si tirano i fili e le … Continua a leggere

Pubblicato in poesia, poesie mie, poeti ingenui | Lascia un commento

Uova

Di tutta questa città, non vedo che la cassa di un supermercato, il banco della farmacia e la sala del dottore. Se mentre prendo il tè  ( al limone con miele ) guardo un po’ di televisione è solo per … Continua a leggere

Pubblicato in canzoni, poesia, poesie mie, scrittura, tempeste, vento febbre, vento stretto | 5 commenti