Archivi del giorno: 3 dicembre 2007

Madre

Madre Come una galleria veloce (con la zampata del freddo) un treno mi entra in bocca (finestrini tra luce e scuro) Se ti guardo che non vedi, sei una vecchia se sorrido con discrezione, farfalla garrula t’improvvisi. Quanto zibibbo scorre sottotraccia … Continua a leggere

Pubblicato in memorie dellacqua, poesia, poesie mie, poeti ingenui | Lascia un commento