A cu-ccu-‘a- sc *

Un nervo che muove
a infinito struggimento
il vederti lenta nel
reagire.

Appoggiare il capo chino
dal lato della mannaia
e aspettare docile
che si chiudano le vene.

Ero piccolo, e la vaccinazione
e la brioche alla crema.
Ero piccolo, e i crackers
con la spremuta a scuola.

 
Anche se ti han fatto vivere senza
un balcone,
il sole dentro
l’han visto in tanti.
 
Potessi farmi aggiustare il fiocco.

* La civetta, in pugliese

<!–

–>

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in memorie dellacqua, poesia. Contrassegna il permalink.

3 risposte a

  1. LaSirenetta ha detto:

    grazie
    per questa nuova traccia di te
    e per aver ingrandito i caratteri 🙂
    splash!

  2. linodigianni ha detto:

    mi sa che dovrò farti un abbonamento speciale, come unica frequentarice di un blog:-)

  3. LaSirenetta ha detto:

    🙂
    frequento a spizzichi e bocconi tutto ciò che posso, ma mi sembra sempre troppo poco…
    🙂
    splash!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...