Roquefort, le Grand Blue

Patate da sbucciare
non si finisce mai
in questa casa, tutto
e dal camino spento mi entra
il mare.

Forse stasera, troverò qualcosa .

Mi servono illustrazioni,
soldi niente alla posta.
Quando mi corico
tutto mi torna su.
Meglio tenerle basse
le gambe. D’altronde,
prima o poi ti tocca.

Dicono che i venti, cambieranno.

Mia cara mamma, in questa casa
delle campagne sperse
ci portano le vacche
a capir meglio la messa.
Pare che troppa buccia si butti.
Ci faccio il segno. Le tengo a mente.

Polvere di te, sui vetri,
madre
esito a soffiarmi.
Che un dio che consenta
di far saponi e cenere
senza più mari accesi
mai s’era visto.

Il mio sguardo, perso l’orizzonte.
Cucirò domani.

(ua-gliò.. ‘ccumpagn ‘for ‘a cri-a-tu/ra)

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in dichiarazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...