il piccione Handy (1)

Pochi uccelli mi stanno antipatici come i piccioni di città.A meno che,come quello che viene ogni giorno sul mio balcone,non siano con una zampa ferita.Ecco perchè,da un anno,io lo sfamo e lui "intrattiene" cordiali rapporti,con me..

Handy è un piccione un po’ particolare,probabilmente.Deve venire dal sud,e forse,da quello che mi sembra di capire ,deve avere anche fatto discrete letture.Al mattino,appena apro la porta,lui vola sulla ringhiera,e aspetta in posa sull’unica zampa.Io,per non imbarazzarlo,gli dico che studia per diventare gru..

Se gli do la pagnotta intera,la disdegna,e comincia a planarmi in casa.Allora gliela sminuzzo.

Ieri gli ho chiesto se prima o poi pensava di sdebitarsi..lui mi ha fatto capire che,visti miei interessi,poteva recitarmi"La Tempesta" di Shakespeare in..napoletano.

"Guagliù,currite.Faciteve curaggio:’a Maronna’a Catena nce aiuta.Ammainate ‘ a vela maestra e mantenivete lèse.

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in scritti miei. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...