verifiche incerte
A volte, il tempo
diventa giocoliere:
una palla in su, la perdita
una palla in giù, il ritrovamento.

Come un cuore pulsante
che smette di battere,
nella zona solita c’è oggi un’assenza:
tutte le mie identità di plastica, perse alla rinfusa.

Me le riportano minacciose,
con voce straniera, con possibile inganno.

Devo decidere, recupero la preda
prometto ritorni, compensi,
temendone agguati.

Decodifica, valuta in fretta
una palla su, una giù
due bevon birra, la moto
uno magro mi fa la paternale
l’altro prende i soldi senza battere ciglio.

Forse sarò preso in giro,
i soldi non servono
a capire lingue diverse.
Io ci ho provato, cercandone gli occhi:
ma non avevano echi, ne’ salutavano quieti.
Questo sempre mi affanna, la violenza
sottesa, le paure bambine di chi al buio
deve trovarsi la strada.

http://www.linodigianni.it

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesia, poesie mie. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...