Sugo del Corno D’oro


Dentro la ciotola di terracotta
con la cipolla, l’olio e i pomodorini,
insieme al rametto di rosmarino
ci metto anche un pizzico dal gusto
aspro,e attendo.

Che tra i soliti indugi della lingua
nel cercare la strada di casa, la poltrona
comoda dove allungarsi

che tra il posarsi delle mani
nel punto esatto dove ieri
le lasciai, in forma di scia di polvere trattenuta,

zampilli improvviso
un aprirsi degli occhi
refòlo di vento nel golfo.

Me barca, te acqua
insieme ai pesci volanti,
mutanti,ansanti.

Oasi.

Oasi di basilico
nel rosso pomo che sobbolle
Corno d’Oro di Instanbul

Ah, la màlia del seguire
l’ordito dei tuoi arazzi..

ps. regalo in forma di compleanno

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in memorie del vento, memorie dellacqua, poesia, poesie mie, scrittura. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...