giovedì, 06 aprile 2006, ore 19:43

Alchencengie

Un’onda corta, un’onda ritrosa e una a rompere argini

La chiave che apre,serrande,si collegano prese
e le macchine pronte a digerire parole.

Cammino nei solchi della terra,cerco di capire
le piante leggere scivolate
a mettere radici come fili di lampadine provvisorie
!hola,que tal
stamani niente guerriglia in Colombia
vi ho portato un uomo ispanico, entiende?
un màs grande hombre de tierra
che non si vergogno’ a parlare
della terra umida della sua donna
dei fiori della sua agricoltora.

Uomini,o mascheroni, o nani irridenti e gorgoglianti
travestiti da operai migranti
che si abbeverano alle parole degli indigeni di qua
e aspettano l’ombra, e aspettano il taglio del sole

e vedrai, uomo, con che riso e che eleganza
la tua gola si troverà tagliata
Da lì a lì,da un orecchio all’altro.

Hai capito cosa, hai creduto violenza
hai pensato paura/ diverso /invaso/ spia?

No,no. No.

Con tutta la grazia e la lentezza e
la pienezza del tempo che ci vuole,

quello che si prende
la delicata corolla chiusa a cuneo invincibile
del fiore di gelsomino
che buca la prima oscurità e apre al cielo
soffi d’aromi che lisciano gli occhi
con tutta la violenza della presenza della poesia
irriducibile cielo.

Loro vennero e continuano
anche se non li stiamo aspettando.

Loro versi, loro sensi
in onda corta,poi raccolta, poi franta
a rompere equilibri.

<!–

–>

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in poesia, poesie mie, scrittura, vento incerto. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...