Sostengo da sempre, tra me e me,
che gli oggetti abbiano una vita propria,
e che i loro movimenti, lenti e inafferrabili
ci sorprendono solo perchè
non siamo in grado
di coglierne le interne motivazioni.

Un’accendino cade, da solo, nell’altra stanza:
penso al mio fumare, che magari si senta
un di più. Pure accende sul mio viso
quel fumo che si spande nel letto di sabbia
delle mie stanchezze, richiamandone i
percorsi.

La tartaruga minuscola, di zucca maya,
muove la testa al ritmo delle mie dita sulla tastiera.
Il mio tempo di girare il mondo, virtualmente,
non vale un centimetro che conquista
conficcandosi nella testa col ricordo.

Aspiro il mate dal mio contenitore argentino,
due nuotatori miei amici alla feria me lo portarono
ma l’ultimo fu mio padre, che con quella ci fini i suoi giorni
quando non reggeva piu il bicchiere

Ho una foresta tropicale di uccelli
in un dischetto rotondo
che fa da sole di giorno e notte
suonano da me
e l’eco arriva a lei
come se fossimo
sullo stesso albero,
come grilli su un palco
all’Opera, col nostro Rigoletto.

Aspetto ancora di aprire la mia valigetta di Go
con le sue pedine bianche, nel sacchetto verde
e le sue pedine nere, nel velluto terra

Aspetto di aprire le mie ciotole
imparero’ L’Occhio di Giada?

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in canzoni. Contrassegna il permalink.

4 risposte a

  1. Lam ha detto:

    Sostengo – da sempre – tu abbia una foresta d’uccelli nel petto e – tropicale o meno – è una foresta calda quella delle tue parole.Mi piace questo caleidoscopio d’immagini, mi piace questo sentire a colori che ti viene a volte, che si frappone ai ricordi e al tuo viverti oggi.

  2. mpinaCiancio ha detto:

    “Sostengo da sempre, tra me e me,
    che gli oggetti abbiano una vita propria…” Bello! Ho scritto anch’io un frammento sugli oggetti o meglio sulla perdita degli oggetti…
    http://fotoscatti.leonardo.it/blog/frammenti/perdita.html
    UN BACIO mapi

  3. aizarg ha detto:

    Sole persone speciali sanno trovare l’anima delle cose…

  4. aizarg ha detto:

    Ops, ho anche sbagliato a scrivere:
    “Solo le persone speciali…”
    per l’emozione di leggere quello che hai scritto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...