Per un Elfo


Per un Elfo a cavallo del suo aeroplano, che ripete
le parole, e ride..ride, saltellando

possono serbare memoria, le mani?
se si, una adesso avrebbe uno sguardo
dopo avere cercato, come un cieco, di definire la pulsazione
il fiato trattenuto, il calore sospeso

puo’ una cantilena ripetuta
sentita dall’altra stanza
(mentre io sono con lo stomaco in bocca
sul ponte del battello in tempesta
nel mare dei miei succhi gastrici)
farti cosi tanta tenerezza
e gioia e allegria
da spingerti a ricordarti
come un salvagente gettato
nel grigio delle ondate/granchio?

ecco, apri il tappeto
togli le ditate sul vetro
scatti foto a noi due
e siamo dentro
il pulsare di una stella quasar
buco nero degli amori inseguiti
con i denti a sporgere
le gambe che corrono da sole
anche se siamo sdraiati insieme
sul tuo dromedario in forma di divano

Informazioni su linodigianni

www.linodigianni.it
Questa voce è stata pubblicata in memorie del vento. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Per un Elfo

  1. Lam ha detto:

    …da un buco nero non si esce, però però però…se a cavallo di un dromedario bianco, non c’è da temere noia 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...